domenica 7 maggio 2017

Elementary OS, Cinnamon, Unity e Gnome 3: Spengnimento del portatile tramite power button

Dalla sua versione 3.8, Gnome ha introdotto, o meglio ha eliminato la possibilità di spegnere il computer con il semplice tocco del pulsante d'avvio.
La funzione, a detta del team di sviluppo era  "too destructive" troppo pericolosa.
Io personalmente non lo credo e vi mostro come reitrodurre questa comoda funzione che su molti DE come Kde, Xfce e Mate continua a sopravvivere.

  • Per prima cosa da Impostazioni dell'alimentazione selezioniamo "Non fare nulla" alla voce Pulsante di accensione e chiudiamo.
  • Poi, molto semplicemente da terminale digitiamo:



sudo gedit /etc/acpi/powerbtn.sh


  • Nella finestra che si aprirà selezioniamo tutte le righe di comando e copiamole in un file di backup che salveremo al sicuro.
  • Ora cancelliamo ogni riga dal file originale e incolliamo solo queste poche righe
#!/bin/sh
# /etc/acpi/powerbtn.sh
# Initiates a shutdown when the power putton has been
# pressed.
/sbin/shutdown -h now "Power button pressed"
  • Salviamo e chiudiamo, e il gioco è fatto. 

Barra di ricerca veloce su Synaptic : Ubuntu e derivate

Molti di noi ritengono ancora che il gestore pacchetti Synaptic, vuoi per la leggerezza, vuoi per la reattività, vuoi per la completezza, sia ancora oggi il migliore nonostante le varie distro si ingegnino a creare software centers sepre più accattivanti.
Ma cosa succede se installiamo Synaptic? 

sudo apt install synaptic

Ebbene, l'interfaccia grafica è sempre la stessa da sempre, ma i più rodati pinguini noteranno subito la mancanza della pratica barra di ricerca veloce accanto alla similare lente d'ingrandimento (stessa funzione, ma meno immediata)
Siccome noi utenti linux siamo dei perfezionisti, ecco come far riapparire la pratica barra:
  • Se abbiamo già installato Synaptic apriamolo e installiamo il pacchetto
apt-xapian-index
  • Chiudiamo Synaptic e riapriamolo qualche attimo dopo 
  • Se non abbiamo ancora installato Synaptic da terminale diamo il comando
suda apt install synaptic apt-xapian index
  • Voilà il gioco è fatto.

Elementary OS: Come attivare l'apertura files in Root

Vediamo oggi come aggiungere nel menù contenstuale del gestore File di eOS la dicitura "open folder as root" in modo da accedere e modificare anche i files protetti grazie ai privilegi di superutente.


  • Per prima cosa installiamo gksu da terminale:
sudo apt install gksu 

  •  Bene adesso sempre da terminale incolliamo il seguente comando

sudo touch /usr/share/contractor/folder-openasroot.contract && gksudo scratch-text-editor /usr/share/contractor/folder-openasroot.contract

  • Nella finestra finestra blocco note che si aprirà incolliamo
[Contractor Entry]
Name=Open folder as root
Icon=pantheon-files
Description=Open current folder as root privilege
MimeType=inode;
Exec=gksudo pantheon-files %U
Gettext-Domain=pantheon-files
  • Chiudiamo la finestra senza preoccuparci di salvare, lo farà in automatico.
  • Adesso, come in precedenza, da terminale incolliamo il comando

sudo touch /usr/share/contractor/file-openasroot.contract && gksudo scratch-text-editor /usr/share/contractor/file-openasroot.contract

  • E anche in questo caso nella finestra notes che si aprirà incolliamo
[Contractor Entry]
Name=Open file as root
Icon=scratch-text-editor
Description=open file as root with scratch
MimeType=text
Exec=gksudo scratch-text-editor %U
Gettext-Domain=scratch-text-editor
  • Chiudiamo l'editor come prima e si salverà da solo.
  • Adesso se cliccheremo col tasto destro su una cartella o file nel gestore potremo notare che l'ultima voce sarà "open as root" e potremo quindi operare (coscenziosamente) a nostro piacimento sul file system.

lunedì 18 gennaio 2016

Manjaro auto switch del microfono

Può capitare che inserendo il jack del microfono nello slot esterno Manjaro non cambi automaticamente le impostazioni da microfono esterno a interno e viceversa. Un piccolo glitch fastidioso che ci costrinegerbbe a effettuare lo scambio manualmente ogni volta. Ma ovviare a questa situazione è semplice, da terminale basta dare il comando:

sudo mousepad ~/.config/vlc/vlcrc

e scambiare la riga

#alsa-audio-device="default"

con questa:

#alsa-audio-device=hw:0,0
 
 

lunedì 23 novembre 2015

Key Lock Indicator su Manjaro Linux

Su quelle tastiere sprovviste (come quelle di alcuni portatili) di lucine indicanti il lock dei caratteri maiuscoli (CAPSLOCK) o di quelli del tastierino numerico (NUMLOCK) il non sapere se la funzione è attivata o meno può risultare fastidioso. Se Win ovvia con i drivers della tastiera, Manjaro presenta una leggerissima applet scaricabile e installabile con questi semplici comandi da terminale:

Per prima cosa installiamo numlockx

sudo pacman -S numlockx

e poi 

sudo yaourt -S indicator-keylock

Adesso dalle impostazioni andiamo su Sessione e avvio e clicchiamo sul tab Avvio automatico, quindi facciamo click su Aggiungi e  compiliamo i riquadri Nome e Comando lasciando in bianco Descrizione:

Nome: Numlockx
Comando: numlockx on

Bene diamo ok chiudiamo tutto e riavviamo. 

Flashare il proprio cellulare Mediatek con SP Flash Tool su Manjaro e Arch Linux:

Come la precedente, ecco una guida semplice semplice per il flashing del proprio cellulare con processore mediatek.
Questa volta però la procedura è per i sistemi Arch e Arch based come Manjaro.

Ecco cosa fare:

  • Procurarsi la ROM da installare (solitamente il sito ufficiale del produttore la offre)
  • Preparate il campo installando da terminale le librerie necessarie con il comando:
sudo pacman -S libpng12 android-udev

  • Scaricate SP Flash Tool per Linux da qui (Grazie a bovirus di androidiani.com)
  • Scompattatelo nella cartella home creando una cartella e rinominandola in modo semplice (vi conviene spft5 come ho fatto io) 
  • Da terminale diamo il comando
cd spft5
  • adesso siete nella cartella di SP Flash Tool, date i permessi al programma con i comandi
chmod +x flash_tool
  • e poi
chmod +x flash_tool.sh
  • Adesso dobbiamo inibire il modemmanager  digitando
sudo mousepad /etc/udev/rules.d/80-persistent-usb.rules

[NB. se non usate mousepad ricordate di sostituirlo nel comando con il vostro editor io ad esempio kate se usate Manjaro KDE per cui:  sudo kate /etc/udev/rules.d/80-persistent-usb.rules]


  • Adesso copiamo la riga seguente nel file che si aprirà:
SUBSYSTEM=="usb", ACTION=="add", ATTR{idVendor}=="0e8d", ATTR{idProduct}=="*"

  •  Salviamo e chiudiamo il file, poi ancora
sudo mousepad /etc/udev/rules.d/20-mm-blacklist-mtk.rules

  • A questo file aggiungiamo le righe:

ATTRS{idVendor}=="0e8d", ENV{ID_MM_DEVICE_IGNORE}="1"

ATTRS{idVendor}=="6000", ENV{ID_MM_DEVICE_IGNORE}="1" 

  • Salviamo e chiudiamo, quindi digitiamo:
 sudo service udev restart
 Non preoccupatevi se vi da errore, è normale.
  • Adesso possiamo avviare SP Flash Tool
sudo ./flash_tool 


Il peggio è passato e tutto dovrebbe essere in ordine, andiamo alla seconda fase:


  •  Scompattate la ROM dove vi pare 
  • Andate dulla linguetta Download di SP Flash e selezionate FIRMWARE UPGRADE



  • Adesso selezionate lo Scatter dalla cartella in cui avete scompattato la ROM




  • Spegnete il telefonino apritelo e rimuovete la batteria
  • Collegate il telefono al cavetto, MA NON AL PC!!!
  • Fate click sulla freccetta verde DOWNLOAD
  • Adesso potete collegare il cavetto usb alla porta del PC
  • La barra sottostante inizierà a colorarsi e il flah avrà inizio

  • Attendete con pazienza, a operazione ultimata vedrete un cerchietto verde in primo piano, solo allora potrete scollegare il cavo dal pc, inserite la batteria al telefonino e riaccendete.
Fatto!

La presente guida è frutto di esperienza personale, a me è andato tutto liscio, ma non mi assumo la responsabilità di danni vari ed eventuali in cui si può incorrere, ripetiamo che si tratta di un'operazione delicata!


Vorrei ringraziare 
  • bovirus  di androidiani.com  per i link al programma 
  • Marsapa sempre di androidiani.com per la guida all'uso di SP Flash Tool (è grazie a lui se ho imparato ad usarlo)
  • Tutti coloro che mi leggeranno, la conoscenza è nulla se non si condivide :)


giovedì 10 settembre 2015

Sp Flash Tool per Linux: La guida definitiva.

Quella che vado a presentare qui di seguito non è tutta farina del mio sacco, ma vi è molta della mia esperienza e del mio lavoro. per alcune parti mi sono limitato a tradurre alcune guide trovate in rete, per altre sono stato ore sul pc a ravanare sul mio povero Zopo 3X, che intanto chiedeva:

"Perchè mi fai questo?" :_(

.. ma poi ha detto grazie! :)

Andiamo al sodo:

Flashare la Rom del proprio cellulare è tanto delicato quanto semplice se si hanno le giuste accortezze.
Per il resto si tratta solo di copiare e incollare qualche comando sul terminale di Linux:


  • Procurarsi la ROM da installare 
  • Preparate il campo installando da terminale i drivers usb generici con il comando:
sudo apt-get install libusb-dev
  • Scaricate SP Flash Tool per Linux da qui (Grazie a bovirus di androidiani.com)
  • Scompattatelo nella cartella home e rinominate la cartella in modo semplice (vi conviene spft5 come ho fatto io) 
  • Da terminale 
cd spft5
  • adesso siete nella cartella di SP Flash Tool, date i permessi al programma con i comandi
chmod +x flash_tool
  • e poi
chmod +x flash_tool.sh
  • Adesso, se abbiamo una versione di Ubuntu 14.04 o superiore (o basata su di essa) dobbiamo inibire il modemmanager  digitando
sudo gedit /etc/udev/rules.d/80-persistent-usb.rules

[NB. se non usate gedit ricordate di sostituirlo nel comando con il vostro editor io ad esempio, avendo Ubuntu MATE, uso pluma  per cui darò: 
sudo pluma /etc/udev/rules.d/80-persistent-usb.rules ]


  • Adesso copiamo la riga seguente nel file che si aprirà:
SUBSYSTEM=="usb", ACTION=="add", ATTR{idVendor}=="0e8d", ATTR{idProduct}=="*"

  •  Salviamo e chiudiamo il file, poi ancora
sudo gedit /etc/udev/rules.d/20-mm-blacklist-mtk.rules

  • A questo file aggiungiamo le righe:

ATTRS{idVendor}=="0e8d", ENV{ID_MM_DEVICE_IGNORE}="1"
ATTRS{idVendor}=="6000", ENV{ID_MM_DEVICE_IGNORE}="1" 

  • Salviamo e chiudiamo, quindi digitiamo:
 sudo service udev restart

  • Adesso possiamo avviare SP Flash Tool
sudo ./flash_tool 


Il peggio è passato e tutto dovrebbe essere in ordine, andiamo alla seconda fase:


  •  Scompattate la ROM dove vi pare 
  • Andate dulla linguetta Download di SP Flash e selezionate FIRMWARE UPGRADE



  • Adesso selezionate lo Scatter dallacartella in cui avete scompattato la ROM




  • Spegnete il telefonino apritelo e rimuovete la batteria
  • Collegate il telefono al cavetto, MA NON AL PC!!!
  • Fate click sulla freccetta verde DOWNLOAD
  • Adesso potete collegare il cavetto usb alla porta del PC
  • La barra sottostante inizierà a colorarsi e il flah avrà inizio

  • Attendete con pazienza, a operazione ultimata vedrete un cerchietto verde in primo piano, solo allora potrete scollegare il cavo dal pc, inserite la batteria al telefonino e riaccendete.
Fatto!

La presente guida è frutto di esperienza personale, a me è andato tutto liscio, ma non mi assumo la responsabilità di danni vari ed eventuali in cui si può incorrere, ripetiamo che si tratta di un'operazione delicata!


Vorrei ringraziare 
  • Miss Montage di XDA per la guida originale in inglese
  • bovirus  di androidiani.com  per i link al programma 
  • Marsapa sempre di androidiani.com per la guida all'uso di SP Flash Tool (è grazie a lui se ho imparato ad usarlo)
  • Tutti coloro che mi leggeranno, la conoscenza è nulla se non si condivide :)


domenica 28 giugno 2015

UBUNTU Mate - Tilda ridotto all'avvio

Tilda è un editor di Terminale davvero ben fatto integrato in Ubuntu Mate 15.04.
Facilissimo da richiamare (e nascondere) tramite scorciatoie di tastiera personalizzabili, diventa però molesto quando si riavvia la prima volta e ce lo si vede presentare in bella mostra sul desktop.
Per attivarlo all'avvio, ma richiamarlo solo di nostra volontà basterà semplicemente andare su:
Sistema>Personale>Applicazioni d'avvio,
quindi selezioniamo Tilda e clicchiamo su Modifica, quindi ci basterà cancellare il comando presente e sostituirlo con:

          tilda -h

A questo punto chiudiamo, riavviamo il sistema e Tilda partirà all'avvio, ma nascosto ai nostri occhi.
Per richiamarlo basterà premere la scorciatoia che abbiamo impostato nel suo menù delle preferenze (di default è F2).

mercoledì 24 giugno 2015

Problema mostra desktop (commuta desktop) con angoli attivi ( Hotcorners ) con Unity

In alcuni casi, capita che, una volta settati gli angoli attivi in Unity, tramite tools vari, come Unity Tweak, Ubuntu Tweak, dconf o Compiz Setting Manager, l'angolo preposto alla visualizzazione immediata del desktop (detto a volte Panic-Corner) funzioni solo una volta e poi smetta, o non funzioni affatto.
La cosa è tanto fastidiosa, quanto semplice è la sua risoluzione.
Se non l'abbiamo ancora fatto, installiamo l'utilissimo Compiz Setting Manager da Software Center, e apriamolo.
Clicchiamo quindi su Ubuntu Unity Plugin (il pallino viola) quindi selezioniamo la linguetta "Switcher" e togliamo la spunta alla voce "Show live previews in the Switcher".
Proviamo l'hotcorner e tutto dovrebbe essere come abbiamo richiesto.

sabato 1 novembre 2014

Ubuntu e derivate: Settare la risoluzione massima allo splash screen (la schermata di avvio dopo grub)

A volte, può capitare che Plymouth (il gestore delle animazioni di caricamento di Ubuntu) dia qualche problema, specie una volta installati i drivers proprietari delle schede Nvidia, o semplicemente avviamo voglia di cambiare la risoluzione del GRUB.
Come sempre Linux ti offre una vasta gamma di soluzioni per i piccoli problemi che possono verificarsi, oggi vi presento quello che secondo me è il metodo più efficace e sbrigativo, nonchè completo.


  • Per prima cosa riavviamo il PC e alla schermata iniziale di GRUB anziché sceglere il nostro SO preferito, premiamo la lettera C
  • Adesso, nella schermata che compare, inseriamo dopo grub> il comando
vbeinfo
  • A questo punto appuntiamoci la risoluzione massima segnalata (per me era 1024 x 768 x 32 quindi il valore da scrivere sarà 1024x768-32), poi diamo CTL+ALT+CANC per riavviare e lasciamo partire Linux
  •  Adesso da Terminale digitiamo
sudo nano /etc/default/grub
  • Correggiamola riga finale di questa stringa
# The resolution used on graphical terminal # note that you can use only modes which your graphic card supports via VBE # you can see them in real GRUB with the command `vbeinfo' #GRUB_GFXMODE=640x480
  • In questo modo 
# The resolution used on graphical terminal # note that you can use only modes which your graphic card supports via VBE # you can see them in real GRUB with the command `vbeinfo'
GRUB_GFXMODE=1024x768-32
GRUB_GFXPAYLOAD_LINUX=keep
  • Mi raccomando variate il valore 1024x768-32 con quello che avete appuntato. Quindi salviamo e chiudiamo il blocco note Gedit.
  • Bene, abbiamo quasi finito, adesso da Terminale diamo l'ultimo comando:
 sudo update-grub
  • Chiudiamo il Terminale e riavviamo 
Adesso tutto è andato a posto :)

giovedì 23 ottobre 2014

Ciccio.pdf - Ovvero metti a dieta i tuoi file .pdf

A volte, quando creiamo un file .pdf, specie se lo facciamo da scanner, ci accorgiamo che tale file è piuttosto pesante e anche inviarlo come allegato e-mail risulta ostico, se non impossibile.
Tuttavia bastano i nostri soliti 2 o 3 comandi al terminale per mettere ( e anche molto) a "dieta" il nostro .pdf, si può ridurre a un misero MB un file che prima ne pesava anche 30.
Ecco come fare:
  • Salviamo il nostro mastodontico .pdf sulla Scrivania, poi rinominiamolo input

Da Terminale

cd Scrivania
gs -dNOPAUSE -dBATCH -sDEVICE=pdfwrite -dCompatibilityLevel=1.4 -dPDFSETTINGS=/ebook -sOutputFile=output.pdf input.pdf

Appena il terminale avrà finito troveremo sulla scrivania una copia del nostro .pdf chiamata output, ma di dimensioni assai più contenute, che potremo quindi rinominare a nostro piacimento, salvare o spedire.

domenica 12 ottobre 2014

Installare su Linux Mint Cinnamon Caps/Num Lock with MessageTray notifications 1.0

Su portatili che non dispongono di led per indicare se il Caps-Lock o il Num-Lock siano attivi e abbiamo Linux Mint Cinnamon possiamo ricorrere all'applet "Caps/Num Lock with MessageTray notifications 1.0"
Per installarla ci basterà cliccare col tasto destro sulla barra dei Menù, poi selezionare "aggiungi applet al pannello" e andare sulla schermata "Scarica dalla rete".
Dopo aver lasciato che Cinnamon scarichi la lista delle applet ci basterà installare "Caps/Num Lock with MessageTray notifications 1.0" cliccandovi sopra col tasto destro.
Prima di abilitarla dal menù "Installati" andiamo sulla cartella home e clicchiamo Ctrl+H per visualizzare i files nascosti, adesso apriamo le cartelle:
.local -> share -> cinnamon -> applets
e da qui rinominiamo la cartella betterlock in  betterlock@entelechy e chiudiamo.

Adesso attiviamo la nostra applet dal menù delle applets e voilà, tutto funziona.

giovedì 5 giugno 2014

Ubuntu Tweak - Il miglior gestore/pulitore per Ubuntu e derivate (Mint, Kubuntu , Xubuntu, ecc).

Sebbene il nome riguardi solo Ubuntu, lo si può impiegare come gestore di installazioni e pulitore pacchetti su qualsiasi distro derivata da Ubuntu.
Installarlo è un gioco da ragazzi, con le nostre 3 stringhe da copiare e  incollare, una per volta, sul Terminale:

sudo add-apt-repository ppa:tualatrix/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get install ubuntu-tweak

Grub Customizer - Gestire grub con semplicità su Ubuntu e derivate (Mint, Kubuntu , Xubuntu, ecc).

Gestire grub, settare il SO preferito, o il tempo di autoavviamento del sistema scelto, è davvero semplice grazie a un programma come Grub Customizer.
Come sempre ciò che ci occorre sono, 3 semplici stringhe e il nostro Terminale:

sudo add-apt-repository ppa:danielrichter2007/grub-customizer
sudo apt-get update
sudo apt-get install grub-customizer

Come montare automaticamente una partizione ntfs all'avvio su Ubuntu e derivate (Mint, Kubuntu, Xubuntu ecc.)

Su Ubuntu e derivate le partizioni NTFS di Win vengono tranquillamente riconosciute ( cosa che non avviene a parti invertite), tuttavia le partizioni non vengono montate in automatico all'avvio del nostro SO preferito.
Un problema? Tuttaltro, linux è sempre fonte di soluzioni.
Per montare automaticamente la vostra partizione, magari quella dove avete i vostri dati più cari, in maniera assolutamente automatica, basteranno pochi semplici comandi come sempre da quella fonte inesauribile di sorprese che è il Terminale.

1- Per scoprire che nome Linux ha dato alla partizione abbiamo più di un'opzione. La più semplice è quella di usate un programma grafico come gparted, la seconda è di dare al Terminale:

sudo fdisk -l

2- Scoperto il nome (per me era sda3) basterà dare al Terminale questi comandi:

sudo mkdir /media/myfolder
sudo gedit /etc/fstab
3- Dall'editor di testo che si aprirà, basterà incollare alla fine questa riga di comando, avendo cura di sostituire "sdxx" con il nome della partizione pocanzi scoperto (nel mio caso sda3) :

/dev/sdxx /media/myfolder ntfs auto,rw,exec,users,dmask=000,fmask=111,nls=utf8 0 0

4- Riavviate e godetevi la vostra partizione già montata e pronta all'uso.
 

martedì 3 giugno 2014

Linux Mint - Spegnere il pc dal pulsante d'avvio (POWERBUTTON)

In alcuni casi, settare questa funzione da:
Menù-> Impostazioni di sistema -> Gestione dell'alimentazione
potrebbe non bastare.
In questo caso da Terminale digitiamo:
sudo gedit /etc/acpi/powerbtn.sh
Poi, nel documento che ci appare, cancelliamo ogni riga e sostituiamole con quelle riportate qui di seguito:
#!/bin/sh
# /etc/acpi/powerbtn.sh
# Initiates a shutdown when the power putton has been
# pressed.
/sbin/shutdown -h now "Power button pressed"
Salviamo e chiudiamo.

Adesso alla pressione del pulsante d'avvio il pc si spegnerà immediatamente.

domenica 18 maggio 2014

My-Weather meteo sempre aggiornato su Ubuntu e derivate.

My-Weather è un programmino molto utile che ci consente di visualizzare le condizioni e le previsioni delle nostre località preferite (fino a 2 contemporaneamente). Per installarlo da terminale basterà dare i segurnti 3 semplici comandi:

sudo add-apt-repository ppa:atareao/atareao
sudo apt-get update
sudo apt-get install my-weather-indicator

Una volta installato avviamolo e settiamo la nostra posizione o quella del luogo dove lavoriamo e o vogliamo recarci, poi non dimentichiamo di spuntare la voce "all'avvio" nell'ultima scheda per farlo partire in automatico all'avvio del pc appunto.

sabato 17 maggio 2014

Ubuntu Shopping Lens, Amazon scopes... come disattivarli!

Una delle cose più fastidiose e inutili, a mio giudizio, di Ubuntu, è la presenza di queste lens commerciali. Di fronte a una scocciatura del genere però sbuffare e inveire contro Canonical (sicuramente pagata soldoni per questa noiosa novità) è inutile. "Beh, ti regalano un sistema operativo completo e funzionante.. almeno un poco di pubblicità te la devi sorbire! E perchè mai? Abbiamo abbracciato l'open source anche per liberarci da certe logiche. Quindi per evitare altre scocciature in dash ecco come fare. da terminale diamo il comando:


 gsettings set com.canonical.Unity.Lenses disabled-scopes "['more_suggestions-amazon.scope','more_suggestions-u1ms.scope', 'more_suggestions-populartracks.scope','music-musicstore.scope', 'more_suggestions-ebay.scope', 'more_suggestions-ubuntushop.scope','more_suggestions-skimlinks.scope']" 

 E le fastidiosissime lens commerciali sono state disabilitate.

sabato 10 maggio 2014

Problemi con Plymouth e i drivers Nvidia? Uno script e tutto si risolve.

Dopo aver installato i drivers proprietari nvidia ci si rende conto che plymouth sballi e perda le animazioni d'avvio con orripilanti scritte stile dos. Succede per via di una strana incompatibiltà, ba basta seguire questi rapidissimi passaggi dal Terminale per risolvere il problema.

sudo apt-get install v86d
cd
wget http://launchpadlibrarian.net/121675171/fixplymouth
chmod +x fixplymouth
./fixplymouth


Una volta apparsa la domanda, scrivete la vostra risoluzione (io ho digitato 1024x768-16) e date invio.
Lo script farà le dovute correzioni, quindi riavviate e tutto si sarà aggiustato.

lunedì 5 maggio 2014

Key Lock Indicator

Su quelle tastiere sprovviste (come quelle di alcuni portatili) di lucine indicanti il lock dei caratteri maiuscoli (CAPSLOCK) o di quelli del tastierino numerico (NUMLOCK) il non sapere se la funzione è attivata o meno può risultare fastidioso. Se Win ovvia con i drivers della tastiera, Ubuntu presenta una leggerissima applet scaricabile e installabile con questi semplici comedi da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:tsbarnes/indicator-keylock
sudo apt-get update
sudo apt-get install indicator-keylock
 
A installazione terminata basterà avviarlo dalla dashboard la prima volta per averlo sempre attivo in futuro all'avvio.